Per Redazione

Al via al Teatro Lelio di Palermo “Rosa la cantatrice del Sud” con Debora Troìa, Tobia Vaccaro, Mario e Wanda Modestini

Tutto è pronto al Teatro Lelio di Palermo dove questa sera, sabato 16 dicembre, si esibirà l’artista siciliana Debora Troìa sulle note del suo spettacolo “Rosa la Cantatrice del sud”. Accompagnata alla chitarra da Tobia Vaccaro, Troìa festeggerà stasera con i fan palermitani un anno di successi raggiunti cantando e suonando la coraggiosa, turbolenta ed indimenticabile vita di uno tra i nomi più importanti per la Sicilia, Rosa Balistreri. Per la speciale occasione, Troìa ha pensato di ampliare la versione originale di questo progetto al quale parteciperanno anche il compositore Mario Modestini e la violoncellista Wanda Modestini. Nominata “Patrimonio immateriale della Sicilia”, Rosa Balistreri, la sua musica, la sua vita e la sua arte saranno protagonisti indiscussi dello spettacolo messo in scena, questa sera, da Debora Troìa e Tobia Vaccaro al Teatro Lelio di Palermo. La prima attraverso la voce, il secondo attraverso la chitarra, eseguiranno una pièce musicale per voce recitante e canto che narra la storia di Rosa Balistreri, attraverso i canti della tradizione popolare siciliana. Rosa, infatti, è stata una donna che ha coperto la forza del suo essere con un’antica sapienza popolare che le ha restituito la spinta per combattere le avversità della sua tormentata esistenza. Nel corso dello spettacolo si metteranno in risalto alle avventure, a volte molto belle a volte molto drammatiche, che hanno colpito la vita di Rosa, fatta di stenti nelle campagne siciliane sino agli incontri con i grandi personaggi della cultura del secondo ‘900 italiano: Ignazio Buttitta, Renato Guttuso, Dario Fo e Leonardo Sciascia. Il concerto di stasera sarà esposto in forma cameristica e si avvarrà degli inediti arrangiamenti del noto compositore Mario Modestini che per Rosa Balistreri ha composto diverse opere musicali e teatrali, tra cui la celeberrima “Ballata del sale” e l’ha accompagnata in tour in America. Modestini ha scelto, con immensa gioia e riconoscenza di Debora Troìa, di collaborare con lei dopo aver ascoltato un suo concerto. A completare questo straordinario quadro sarà la presenza di Wanda Modestini, violoncellista che porterà allo spettacolo dei nuovi colori caldi ed appassionati.
Pubblicato su RADIO PALERMO CENTRALE in: MUSICA

Per Redazione

Gli Irish Quartet in concerto allo “Street Food Fest” di Palermo

In occasione dell’evento “Street Food Fest” in corso in questi giorni a Palermo, questa sera, venerdì 15 dicembre, si terrà il concerto degli Irish Quartet a partire dalle ore 21 in corso Vittorio Emanuele. La band composta da Antonio Putzu, Raffaele Pullara, Lorenzo Profita e Sara Romano, porterà in scena tanta buona musica irlandese tra le tradizioni più antiche ed autentiche di questo bellissimo paese. L’Irish Quartet nasce nel novembre 2012 ed è composto da Antonio Putzu (whistle e flauti di canna), ideatore e fondatore della band, Raffaele Pullara (violino e mandolino), Lorenzo Profita (fisarmonica), Sara Romano (chitarra e voce). Il progetto del gruppo è quello di diffondere i più bei pezzi della cultura musicale irlandese in una dimensione acustica fruibile da un pubblico più eterogeneo possibile. Il pubblico, così, vivrà insieme alla band performance intense, ora da ballare su ritmi incalzanti, ora da ascoltare con le ballad lente ma altrettanto coinvolgenti. Il repertorio del gruppo è costituito da brani tradizionali irlandesi e scozzesi, arrangiati dai componenti stessi. Si alterneranno reels, jigs, hornpipes, polkas, slides e slow airs, stratspheys, highland, vals, march. Un concerto intenso, ora da ballare su ritmi incalzanti, ora da ascoltare con le ballate lente, ma altrettanto coinvolgenti.
Pubblicato su RADIO PALERMO CENTRALE in: MUSICA

Per Redazione

“Star-Goethe, ritorno in Sicilia”, Alessandro Librio e Stefania Orsola Garello ripercorrono i viaggi di Goethe

Sabato 16 dicembre e domenica 17 dicembre Alessandro Librio e Stefania Orsola Garello intraprenderanno un viaggio al buio che, attraverso la musica, ripercorrerà i luoghi visitati da Goethe a distanza di due secoli. L’appuntamento con lo spettacolo “Star-Goethe, ritorno in Sicilia”, per entrambe le date, è alle ore 19 nella splendida location del Teatro Atlante sito in Piazza Croce dei Vespri a Palermo. “Star-Goethe, ritorno in Sicilia” è la performance al buio di Alessandro Librio e Stefania Orsola Garello, prodotta da Zabbara e Daniele Silvestri. I due artisti si esibiranno sull’onda delle vedute descritte da Goethe, quasi quelle di un paradiso terrestre, di una terra colma delle tracce della storia del mondo, di un gioiello dal valore inestimabile. “Star-Goethe” diventa così un modo per recuperare l’originario legame tra musica, poesia e lirica, per giungere ad un paesaggio sonoro che fondi presente e passato. Durante la performance ci si interrogherà su quanto è rimasto di quei tesori e su quanto abbiamo saputo proteggerli e custodirli e verrà ricostruito il paesaggio sonoro descritto nei testi, traducendone le parole e i luoghi in suono.
Pubblicato su RADIO PALERMO CENTRALE in: MUSICA

Per Redazione

Per la rassegna “Brass in jazz” il talento jazz e swing di Camille Bertault a Palermo

Sabato 16 dicembre Camille Bertault, giovanissimo talento rivelazione del jazz francese, regalerà al pubblico palermitano un imperdibile concerto inserito all’interno della stagione “Brass in Jazz” organizzata nel cuore del centro storico palermitano, nel contesto dell’imponente Teatro Santa Cecilia. La vocalist capace di “swingare” con la naturalezza delle grandi cantanti jazz del passato metterà in scena uno spettacolo suddiviso in due turni: alle ore 20, 30 il primo concerto e alle ore 22,15 il secondo. Camille Bertault non ha ancora trent’anni ma il suo talento è apprezzato e riconosciuto a livello globale. La vocalist francese, infatti, è capace di illuminare la scena di ogni palco che la ospita attraverso il suo esemplare canto jazz come solo Cecile McLorin Salvant ha fatto in questi anni. Vera e propria rivelazione del jazz francese, Camille ha iniziato a studiare pianoforte classico ad otto anni, prima al conservatorio della capitale e poi a Nizza cinque anni dopo. Nell’adolescenza ha studiato canto, iniziando subito a comporre sue musiche e a scrivere testi su classici del jazz. Tornata a vivere a Parigi si è esibita in vari club, postando i suoi video casalinghi sul web. Il produttore Matt Pierson l’ha notata e ha curato la sua prima incisione. Il suo album “In Life”, pubblicato nell’aprile 2016 dalla Sunnyside Record, è un insieme di testi, arrangiamenti e composizioni. La cantante intanto sta preparando un secondo album che sarà pubblicato dalla Sony nel gennaio 2018.
Pubblicato su RADIO PALERMO CENTRALE in: MUSICA

Per Redazione

Novità Discografiche – “I’m here”, il nuovo singolo della cantautrice agrigentina Erika Ietro

È in radio “I’m here”, il primo singolo da solista della cantautrice siciliana Erika Ietro, arrangiato e prodotto da Peppe Milia con la collaborazione di Roberto Macrì. Il brano, cantato in lingua inglese, si ispira al pop internazionale con suoni che richiamano il trip pop anni ’80 nelle chitarre e la pop dance anni ’90 nei synth e nelle batterie elettroniche. “I’m here” anticipa l’uscita dell’Ep e sarà accompagnato da un videoclip, a breve online, girato dal regista Alessandro Castagna. “I’m here” è il primo singolo da solista di Erika Ietro dopo la pubblicazione nel 2016 di un ep con la sua prima band, gli One More Glass, formazione che negli anni scorsi l’ha portata ad esibirsi in centinaia di live e a raggiungere le finali nazionali di festival come il Tour Music Fest ed il Sanremo Rock, oltre ad ottenere un secondo posto al Band Music Festival. Erika Ietro nasce a Licata (Agrigento) nel 1992. Cantautrice ed interprete, inizia a calcare i palchi della sua città a partire dal 2009 per poi trasferirsi all’estero per 3 anni. Questa esperienza la porta ad esibirsi in Brasile, Inghilterra e Bulgaria ed arricchisce enormemente il suo bagaglio di contaminazioni musicali. Da sempre ammaliata dal pop internazionale scrive e pensa solo in inglese, ispirandosi alle artiste più variegate, da Amy Winehouse a Selah Sue, fino ad arrivare alla più recente Dua Lipa. “I’m here” è un atto d’accusa –racconta Erika- una sfida e allo stesso tempo una accorata dichiarazione d’amore da chi si sente giusta nel posto sbagliato, tra gente pronta a pugnalarti e deriderti, solo perché sei nata in provincia ma non hai mai accettato le convenzioni sociali imposte da chi vive da comparsa e non da protagonista. Essere sempre se stessa vivendo a testa alta con la propria personalità ma nascondendo le insicurezze e la fragilità dietro una maschera, quando la maschera cade però resta solo l’amore, o forse è pazzia”.
Pubblicato su RADIO PALERMO CENTRALE in: MUSICA

Per Redazione

Il giorno di Natale Fabrizio Cammarata presenta l’album “Of Shadows” in concerto a Palermo

Il cantautore siciliano Fabrizio Cammarata chiude le date del tour “In Your Hands 2017” nella sua amata città di Palermo, presentando il suo nuovo progetto discografico “Of Shadows” proprio il giorno di Natale. L’artista, infatti, aspetta i suoi fan il prossimo 25 dicembre presso I Candelai a partire dalle ore 21.30 per raccontare loro, attraverso le sue canzoni, gli innumerevoli viaggi in giro per il mondo e le esperienze più forti della sua entusiasmante vita musicale. In “Of Shadows” Fabrizio Cammarata narra, aiutato dalle canzoni che compongono il suo ultimo lavoro, l’eterno alternarsi di luce ed ombra ed esplora l’interrelazione tra luce e buio, per esempio tramite il fenomeno dell’eclissi solare, in cui si rispecchia la condizione umana stessa, fisica ed emotiva, e di cui è testimone il ritmo naturale del tempo. È infatti nell’ombra dell’eclissi che si manifesta la natura meno accessibile di Terra, Sole e Luna. Proponendosi di indagare il punto d’incontro tra la luce e il buio, “Of Shadows” (il cui titolo ha proprio la forma di un antico trattato illuminista) favorisce un momento di intensa riflessione. Non a caso è un’opera che rivendica il tempo necessario per essere assimilata in tutte le sue molteplici sfumature, rivelandosi infine, tra i chiaroscuri di cui si dipinge, solo nell’incedere degli ascolti. I brani di “Of Shadows” sono stati scritti durante gli innumerevoli viaggi che lo hanno portato dalla sua amata Palermo in giro per il mondo e sono stati prodotti con Dani Castelar (già produttore di Paolo Nutini ed engineer in passato di Editors, REM, Michael Jackson, Snow Patrol). L’album è uscito per 800A Records / Kartel Music Group e Haldern Pop Recordings il 17 novembre 2017.
Pubblicato su RADIO PALERMO CENTRALE in: MUSICA

Per Redazione

Max Gazzè, Daniele Silvestri e Carmen Consoli insieme in concerto a Roma: quattro date a fine dicembre

Dopo il successo incredibile raggiunto lo scorso luglio al Festival Collisioni di Barolo, torna il trio meraviglia composto da Carmen Consoli, Max Gazzè e Daniele Silvestri. I tre artisti confermano 4 date-evento per un maxi concerto all’Auditorium Parco della Musica di Roma previste per il 27, 28, 29 e 30 dicembre 2017. Nel corso delle serate l’intesa di Gazzè, Consoli e Silvestri si manifesterà in una forma nuova, attraverso una ricca scaletta di esibizioni soliste e congiunte durante le quali si sperimenterà la magia dell’atmosfera acustica. Tre tra le voci più originali dell’intero panorama musicale e cantautoriale italiano, Daniele Silvestri, Carmen Consoli e Max Gazzè sono saliti insieme sul palco del Festival Collisioni di Barolo lo scorso luglio ed hanno suonato insieme per la prima volta creando uno spettacolo senza precedenti. Allora erano accompagnati dalle rispettive band; mentre ora saranno di nuovo insieme alla Sala Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica di Roma per sperimentare nuovamente quell’intesa, quella vicinanza nella sua forma più intima e poetica: quella di un concerto totalmente acustico. Sul palco ci saranno loro tre, a reinventare insieme i tre repertori nell’atmosfera raccolta dell’Auditorium romano, tra i suoni morbidi e sempre limpidi di un teatro che risuona come una cassa armonica. Daniele, Carmen e Max: tre grandi musicisti con i loro tre diversi linguaggi che comunicano e scoprono nuove strade in una vicinanza artistica ed affettiva.
Pubblicato su RADIO PALERMO CENTRALE in: MUSICA

Per Redazione

Gli Swingrowers volano in Giappone per un concerto al Blue Note Club di Tokyo

Una notte di Santo Stefano speciale quella che aspetta la band Swingrowers. Il grppo, infatti, partirà alla volta del Giappone per esibirsi, il prossimo 26 dicembre, sul prestigioso palco del Blue Note Club di Tokyo per un evento jazz, swing ed electro dance pensato ad hoc per loro e per la presentazione dell’ultimo album “Hits&Remix” che è stato pubblicato lo scorso giugno dalla casa di distribuzione Rambling Records. Gli Swingrowers, band italiana formata da Roberto Costa (Producer, Programmer, Dj), Loredana Grimaudo (singer, writer); Alessio Costagliola (guitarist) e Ciro Pusateri (saxophonist, clarinetist), è ormai nota in tutto il mondo (sono reduci da tour in tutta Europa, USA e Canada, Russia, India). L’evento in Giappone del prossimo 26 dicembre è organizzato dall’Istituto di Cultura Italiano a Tokyo dopo l’annullamento del Blue Note Jazz Festival di Yokohama, che li avrebbe visti protagonisti lo scorso 24 settembre come unica band italiana. Gli Swingrowers hanno aperto concerti per Parov Stelar, Chinese Man e Caravan Palace. Oltre ad aver realizzato remix ufficiali per Caro Emerald, pubblicato remix per l’Island Records, hanno anche intrapreso collaborazioni musicali con i Lost Fingers, Gypsy Hill ed i Too Many T’s e Pony Montana della Feel Good Production. Dopo il loro primo album di debutto ‘Pronounced Swing Grow’ers’, editato nel 2012, la band ha di realizzato il loro secondo album ‘Remote’ alla fine del 2014. La band ha anche annunciato che nel 2018 uscirà il loro terzo album, da cui è stato estratto il primo singolo con video, “Butterfly”.
Pubblicato su RADIO PALERMO CENTRALE in: MUSICA

Per Redazione

Il clarinettista Mattaliano ed il Liberation Creative Ensembles in scena al Castello Maredolce di Palermo

Sabato 16 dicembre 2017 alle ore 18.00 presso il Castello Maredolce di Palermo Giovanni Mattaliano e il Liberation Creative Ensemble presenteranno al pubblico il concerto “TarantaMed”. Si potrà assistere all’esecuzione musicale del clarinettista Mattaliano delle proprie composizioni insieme allo straordinario flautista improvvisatore Benedetto Basile ed il compositore contrabbassista Massimo Patti. Con loro sul palco anche un giovane ensemble composto dai musicisti del corso creativo di fiati tenuto quest’anno all’interno del progetto europeo Giardini condivisi e Memorie sceniche.  Nella meravigliosa ed affascinante cornice culturale del Castello Maredolce in stile islamico, risalente al XII secolo che fu anche residenza del Re normanno Ruggero II, verranno eseguite musiche mediterranee e nuove composizioni dello stesso Mattaliano dedicate alla memoria creativa del luogo, appartenente alla secolare storia della città di Palermo. Il concerto fa parte della rassegna “Incontri d’autore” con il progetto Memorie sceniche promosso dalle associazioni Cerism, People help the people, l’associazione ente di formazione Kronos onlus e la Soprintendenza ai Beni Culturali, in collaborazione con l’università degli Studi di Palermo.  L’ingresso al concerto è gratuito fino ad esaurimento posti.
Pubblicato su RADIO PALERMO CENTRALE in: MUSICA

Per Redazione

“Rosa la Cantatrice del Sud”, Debora Troìa festeggia un anno dallo spettacolo al Teatro Lelio di Palermo

MANCA POCO PER L’ATTESISSIMO CONCERTO AL TEATRO LELIO DI PALERMO CON PROTAGONISTA DEBORA TROÌA. L’ARTISTA SICILIANA, INFATTI, SI ESIBIRÀ SABATO 16 DICEMBRE PER FESTEGGIARE CON IL SUO PUBBLICO UN ANNO DI SUCCESSI RAGGIUNTI PORTANDO IN GIRO PER LA SICILIA IL SUO SPETTACOLO “ROSA, LA CANTATRICE DEL SUD” IN CUI HA CANTATO E SUONATO, ACCOMPAGNATA DALLA CHITARRA DI TOBIA VACCARO, LA VITA DI BALISTRERI. PER L’OCCASIONE TROÌA HA PENSATO DI AMPLIARE LA VERSIONE ORIGINALE DI QUESTO PROGETTO ATTRAVERSO L’AIUTO DI GRANDI COLLEGHI COME MARIO MODESTINI E WANDA MODESTINI. Rosa Balistreri è stata una donna che ha coperto la forza del suo essere con un’antica sapienza popolare che le ha restituito la spinta per combattere le avversità della sua tormentata esistenza. “Rosa la Cantatrice del sud” è la personale proposta della voce siciliana Debora Troìa per raccontare con musica e parole la vita di Rosa Balistreri, manifesto di una donna forte e coraggiosa, dedita alla rinascita della sua terra, pronta a lottare per i propri sogni e per questo nominata “Patrimonio immateriale della Sicilia” dalla Regione. Da agosto 2016 Debora Troìa si esibisce sui palchi più belli ed importanti della Sicilia accompagnata dalla chitarra di Tobia Vaccaro, storico musicista della Balistreri, in questa pièce musicale per voce recitante e canto che narra la storia di Rosa Balistreri, attraverso i canti della tradizione popolare siciliana. Nel corso dello spettacolo si mettono in risalto alle avventure, a volte molto belle a volte molto drammatiche, che hanno colpito la vita di Rosa, fatta di stenti nelle campagne siciliane sino agli incontri con i grandi personaggi della cultura del secondo ‘900 italiano: Ignazio Buttitta, Renato Guttuso, Dario Fo e Leonardo Sciascia. In occasione del concerto del 16 dicembre a Palermo, esposto in forma cameristica, l’intensa vocalità di Debora Troìa sarà protagonista ma per la speciale ricorrenza, lo spettacolo si avvarrà degli inediti arrangiamenti del noto compositore Mario Modestini che per Rosa Balistreri ha composto diverse opere musicali e teatrali, tra cui la celeberrima “Ballata del sale” e l’ha accompagnata in tour in America. Modestini ha scelto, con immensa gioia e riconoscenza di Debora Troìa, di collaborare con lei dopo aver ascoltato un suo concerto. A completare questo straordinario quadro sarà la presenza di Wanda Modestini, violoncellista che porterà allo spettacolo dei nuovi colori caldi ed appassionati.
Pubblicato su RADIO PALERMO CENTRALE in: MUSICA