Per Redazione

“Mille lire al mese” il musical all’italiana delle Blue Dolls a Palermo

Il concerto delle “Blue Dolls” è alle porte. Le tre irresistibili cantanti-ballerine dallo stile retrò si esibiranno, infatti, questa sera presso il Real Teatro Santa Cecilia di Palermo, uno dei luoghi simbolo della città. A partire dalle 20.30, le Blue Dolls intratterranno il pubblico con il Musical “Mille lire al mese”: un revival di tutte le più popolari canzoni italiane dagli anni ’30 agli anni ’70, accompagnate da tanto swing e musica leggera. Il concerto fa parte dell’abbonamento alla stagione “Brass in Jazz”.

“Mille lire al mese” è lo spettacolo musicale che nel 2005 ha dato il via alla carriera delle The Blue Dolls. Nate artisticamente a Torino da un’idea del pianista torinese Paolo Volante, oggi direttore artistico del gruppo, le Blue Dolls sono 3 voci alla Trio Lescano soprano-soprano-contralto, mai più ripetuto nella realtà musicale italiana. Le tre voci sono: Viviana Dragani I soprano, Angelica Dettori II soprano e Flavia Barbacetto contralto. Il loro repertorio musicale, che lascia il segno per la simpatia e la freschezza delle protagoniste, spazia dagli anni ‘30 agli anni ’70 del Novecento. Sono ormai noti, infatti, i loro riuscitissimi medley di La Famiglia Canterina, Bellezza in Bicicletta, Bombolo, Ma le gambe, Ba-ba-baciami piccina. Nel corso della loro carriera le Blu Dolls hanno collezionato importanti e prestigiose esperienze musicali cantando, ad esempio, al Blue Note di Milano, al Montreux Jazz Festival, al Jazzonlive di Brescia, alla Cantina Bentivoglio di Bologna, al Cotton Club di Roma, al Naima Jazz Club di Forlì, all’Inoui di Lussemburgo. Si sono, inoltre, esibite durante numerose trasmissioni televisive sui circuiti Rai e Mediaset. All’attivo vantano più di 1000 concerti e la loro più recente performance all’estero è stata al Mazagan Beach Resort di El Jadida a Casablanca in Marocco dove hanno riscosso un successo straordinario dal pubblico e dalla critica.

Il concerto di questa sera sarà dunque un’ottima occasione per conoscere e ascoltare dal vivo la musica delle Blue Dolls e le loro energiche interpretazioni, sempre seguite da frizzanti movimenti coreografati.

 

 

Per Redazione

I 12BBR TORNANO SUL PALCO DEI CANDELAI PER PRESENTARE “12 BARS BLUES REVOLUTION”

I Candelai di Palermo ospiteranno stasera i 12BBR che, con un live da non perdere, presenteranno il loro nuovo progetto discografico: “12 Bars Blues Revolution”. Nata artisticamente nel 2014, la rock band 12BBR formata da Francesco Paolo Bruno, Antonio Caruso, Mattia Di Maio e Totò Magaddino, suonerà live a partire dalle ore 22.00, offrendo l’apertura del loro concerto alla musica inedita della band palermitana Edonè.

Il concerto che si terrà questa sera ai Candelai avviene dopo la fortunata uscita dei primi singoli della band, dopo la realizzazione del videoclip di “How does it end?” e dopo aver calcato i palchi più importanti di tutta la Sicilia. Il loro primo demo dal titolo “40 BILLS” è un lavoro graffiante “blues sotto effetto di allucinogeni” con mix di sonorità che riesce subito a trovare spazio nelle radio indipendenti italiane, francesi e algerine. La musica dei 12BBR riceve, sin da subito, il consenso della critica e degli addetti ai lavori raccogliendo prestigiosi titoli e collaborazioni: dalla vincita del Concorso Italiano “Wanted primo Maggio” della Toast Record all’Hiroshima Mon Amour di Torino e il premio della critica nella 28esima edizione de “Rock targato Italia”, all’apertura per il fenomeno blues mondiale Jack Broadbent fino alla partecipazione alla finale per le selezioni “Arezzo Wave”. Da Maggio 2016 la band è stata impegnata in studio per la realizzazione del primo EP di brani inediti “12 Bars Blues Revolution”. Dal primo lavoro discografico sono stati ad oggi estratti due singoli “How does it end?” e “Scatterbrained”.

I 12BBR nascono dall’incontro tra il cantante Francesco Paolo Bruno e il chitarrista Antonio Caruso ai quali si sono successivamente aggiunti, creando la formazione attuale, il bassista Mattia Di Maio e il batterista Totò Magaddino.

Per Redazione

Marco Corrao fa tappa a Licata con il suo “Storto Tour”

Il cantautore blues Marco Corrao prosegue il suo “Storto Tour” e fa tappa a Licata per suonare dal vivo il suo ultimo disco. Appuntamento al Teatro Re Grillo di Licata domani, venerdì 24 febbraio, a partire dalle ore 21.00. L’evento è curato ed organizzato dal Comune di Licata in collaborazione con l’associazione “Limpiados”. L’ingresso è gratuito.

Nato artisticamente nel 2000, Marco Corrao si inserisce con facilità nel panorama musicale Siciliano. Attratto dalla musica americana dalla quale attinge, dal 2001 partecipa con frequenza a numerosi festival in varie vesti e accompagnato da vari gruppi elettrici e acustici. Ad esempio, ha solcato i palchi del Gilgamesh Blues Festival di Torino opening solo act per John Primer, dell’Etna inBlues, del Capo d’Orlando in Blues, del Polistena Rock ‘n Blues, del Sila Blues Festival e molti altri ancora. Nell’estate del 2012 ha aperto i concerti e suonato con i Delta Moon, sui palchi di vari festival del Sud-Italia. Si è esibito in giro per l’Italia e l’Europa con varie performance in Inghilterra, Svizzera, Austria, Svezia e Danimarca. Vanta numerosi opening act a Charlie Musselwhite, Dana Fuchs, John Primer ultimo chitarrista di Muddy Waters, Dirk Hamilton, Michael Burks, Damon Fowler, Sherman Robertson e una collaborazione con Eugenio Finardi. Ha all’attivo tre dischi solista, “Trouble” del 2007 e “Down Home” del 2009. A Febbraio 2013 è uscito il nuovo disco “Twin Rivers” presentato a Palermo con la partecipazione del Jazzista Siciliano Francesco Cafiso e dalla band di cui Marco fa parte i Konrad’s Crew con Leonardo Triassi all’armonica. Nella primavera del 2013 presenta il disco Twin Rivers in Italia, Svezia e Danimarca, mentre l’estate 2013 lo ha visto impegnato in un tour Americano che ha toccato gli stati della Georgia, Florida Tennessee Arkansas.

Per Redazione

Al Teatro Golden di Palermo la regina del jazz Diane Schuur

Questa sera, giovedì 23 febbraio, a partire dalle ore 21.00 il Teatro Golden di Palermo sarà invaso dalla musica jazz della grande Diane Schuur accompagnata dall’Orchestra Jazz di Gerardo Di Lella. La cantante e pianista di Seattle, una tra le più talentuose vocalist contemporanee, ha già precedentemente collaborato con successo con il musicista campano Di Lella e, oggi, a Palermo, realizzeranno insieme un live che, senza un attimo di respiro, spazierà dai più celebri classici del jazz al blues, gospel e pop.

Diane Schuur, soprannominata “Deedles”, è stata per ben due volte vincitrice dell’ambito Grammy Award, ottenuto con i suoi album “Timeless” del 1986 e “Diane Schuur and the Count Basie Orchestra” del 1987. Sebbene sia cieca dalla nascita a causa di una retinopatia del prematuro, il suo successo è stato assicurato dalla voce energica e squisitamente rhythm’n’blues, capace di ottimi scat improvvisati. La sua carriera ebbe una svolta nel 1979, quando Stan Getz l’ascoltò cantare “Amazing Grace” al Monterey Jazz Festival, ove Schuur ritornò nel 1988 e nel 1991. Dodici fra gli album di Diane Schuur hanno raggiunto la ‘’Top 10 Jazz Album’’ di Billboard. L’ultimo suo album risale allo scorso anno e si intitola “Music Is My Life”: una raccolta di celebri standard del jazz moderno.

Diane Schuur ha già lavorato con Gerardo Di Lella per l’album “Napoli & Jazz” per cui hanno collaborato alcuni tra i più grandi solisti del jazz internazionale. In occasione del concerto, Di Lella proporrà le sue brillanti composizioni e riletture e, con la sua rodata, compatta, intensa Orchestra Jazz sosterrà ed inciterà la grande vocalist che, nonostante calchi le scene dal 1960, nulla ha perso dell’originario entusiasmo e della sua inconfondibile voce capace di un’estensione fino a tre ottave e mezzo.

Per Redazione

Quattro tappe in giro per l’Italia per “Close to You”, il concerto di Milici e Neja

L’amata armonica dell’artista palermitano Giuseppe Milici e la fantastica voce della cantante Neja, insieme su quattro palchi italiani per consolidare una fusione già più volte riuscita con successo. Una collaborazione, quella tra i due artisti, che prosegue ormai da tempo e che li ha condotti verso un nuovo e stimolante progetto jazz dal titolo “Close To You”. Non mancheranno, ovviamente, gli appuntamenti in Sicilia: Milici e Neja saranno, infatti, a Catania il prossimo venerdì 3 marzo e a Palermo il giorno successivo, sabato 4 marzo.

“Close To You”, come tutti i progetti del duo armonica-voce di Milici e Neja, si preannuncia un concerto emozionante e dal successo assicurato. Gli arrangiamenti realizzati per il concerto saranno tutti originali e la band presente sul palco sarà completata, a fianco di Milici e Neja, da una ritmica d’eccezione: Antonio Zarcone al piano, tastiere e arrangiamenti; Luca Garlaschelli al contrabbasso; Fabrizio Francoforte alla batteria.

Nel corso delle quattro serate verranno eseguiti alcuni tra i successi internazionali della cantante Neja arrangiati dal musicista Antonio Zarcone come “The Game” e “Restless”. Non mancheranno composizioni di Bacharach quali: “Raindrops Keep Falling On My Head”, “The Look Of Love” e “Close To You”, dalla quale il concerto prende il titolo. Inoltre, Giuseppe Milici eseguirà per il suo pubblico una serie di brani anticipatori del suo ultimo lavoro discografico. Tra i brani dell’album proposti insieme a Neja, ad esempio, realizzeranno “I Will Survive”, brano cantato per Milici dalla stessa Neja ed un altro brano cult “Gonna Fly Now” (dal film Roky).

Il primo appuntamento è previsto per venerdì 3 Marzo presso il Centro Culture Contemp. Zō di Catania. Seconda tappa a Palermo, sabato 4 marzo al Country Time. Penultimo concerto martedì 7 marzo a Desenzano ed infine il progetto si concluderà giovedì 9 marzo al Teatro Carlo Rossi di Casalpusterlengo (LO).

 

Per Redazione

Vito Giordano dirige L’Orchestra Jazz Siciliana in concerto al Real Teatro Santa Cecilia

Continuano le serate ricche di puro jazz al Real Teatro Santa Cecilia di Palermo. La Fondazione The Brass Group, infatti, ha organizzato un imperdibile concerto in programma per il 18 marzo. Sul palco del Teatro Palermitano, a partire dalle ore 20.30, ci saranno i musicisti dell’Orchestra Jazz Siciliana con “Country and Jazz”. Fondata da Ignazio Garsia nei primi anni ‘70 e oggi diretta da Vito Giordano, l’Orchestra Jazz Siciliana è una delle maggiori realtà musicali nazionali e rappresenta in Italia la prima e unica orchestra permanente di jazz a partecipazione pubblica.

L’Orchestra Jazz Siciliana, fin dalla sua fondazione, ha svolto un’intensa e continuativa attività concertistica sotto la guida di alcuni dei più prestigiosi direttori d’orchestra dei mondo. Ad esempio, nel 1990, è stata il cardine della «Rassegna Internazionale della Soul Music» di Palermo e nel 1991 ha eseguito, in prima europea, «Epitaph» di Charles Mingus, sotto la direzione di Gunther Schuller. Successivamente, l’Orchestra Jazz Siciliana ha partecipato nel 1994 alla rassegna Suoni del Novecento promossa dall’E. A. Teatro Massimo di Palermo e nello stesso anno, diretto da Clark Terry, l’ensemble ha inaugurato la Stagione Concertistica Estiva con un concerto dedicato a Duke Ellington nel ventennale della scomparsa. Nel febbraio 1996, su invito della Società Italiana per lo Studio della Musica Afroamericana, l’Orchestra ha inaugurato la rassegna “La Musica Colta Afroamericana”, con la prima esecuzione mondiale dal vivo della trascrizione della suite «Porgy And Bess» di George Gershwin/Gil Evans, nuovamente diretta da Gunther Schuller, solista Paolo Fresu.

L’Orchestra, da oltre 20 anni è composta da: Giuseppe Costa, Vito Giordano, Antonino Pedone, Pietro Pedone, Fabio Riina, Domenico Riina, Salvatore Pizzo e Salvatore Pizzurro. Ad essi si sono aggiunti: Gaetano Agrò, Silvio Barbara, Valerio Barrale, Salvatore Bonafede, Francesco Buzzurro, Sergio Cammalleri, Rita Collura, Stefano D’Anna, Gianni Gebbia, Massimo Greco, Pino Greco, Mimmo La Mantia, Francesco Marchese, Orazio Maugeri, Sergio Munafò, Salvatore Nania, Riccardo Randisi, Mauro Schiavone, Gaetano Tucci, Giuseppe Urso.

In occasione del concerto al Real Teatro Santa Cecilia l’Orchestra vanterà un gruppo di musicisti eccezionali diretti da Vito Giordano e accompagnati dalla voce di Carmen Avellone.

Per Redazione

Palermo, I Kalvi in concerto alla Fondazione The Brass Group

Il sound irresistibile e la simpatia contagiosa made in Palermo de I Kalvi fanno tappa alla Fondazione The Brass Group in occasione della rassegna Brass At Spasimo, la nuova rassegna dedicata alle contaminazioni e ai talenti già affermati del jazz più giovane. Il soul ed il jazz saranno gli ingredienti principali per il loro concerto in calendario il 24 febbraio a partire dalle ore 21.00.

I Kalvi sono Germano Seggio (chitarra) e Fabio Lannino (basso elettrico), insieme con ruoli diversi dal 1995, anno in cui Germano ancora studente prese parte alla sinfonia per 100 chitarre elettriche basso e batteria organizzata da Fabio al teatro di Verdura di Palermo. Oggi la band si è consolidata attraverso numerosi concerti in giro per il mondo e l’album del 2015 “Music 4 highways”. Germano ha vinto un premio come “Best Guitarist” al contest europeo “Tour Music Fest” ed è stato premiato da Mogol alla finale dello storico Piper a Roma. Ha inciso e collaborato con Carl Verheyen dei Supertramp, Paolo Belli, Silvia Mezzanotte. Fabio, invece, vanta trascorsi con artisti del calibro di Gary Lucas (Jeff Buckley), Artie Traum, Jonathan Kane (Swans), Nico di Palo (new trolls). Collaborano con Sarah Jane Morris e Ricky Portera e hanno suonato con Mike Stern a Palermo. Accompagnatori abitudinari de I Kalvi sono: Fabio Foresta (batteria), Enzo Rao (violino) e Ciccio DrummerRunner (batteria).

Sul palco con loro durante il concerto alla Fondazione The Brass Group anche Enzo Rao al violino.

Per Redazione

Amy Winehouse ricordata con un doppio concerto di Alessandra Salerno al Real Teatro Santa Cecilia

Alessandra Salerno, la voce palermitana che ha conquistato The Voice of Italy 2015, è pronta per l’attesissima esibizione di questa sera a Palermo. La cantante, infatti, sarà in concerto al Real Teatro Santa Cecilia per celebrare, attraverso la sua voce potente, la memoria di Amy Winehouse, accompagnata dall’Orchestra Jazz Siciliana. Dato il tutto esaurito per lo spettacolo delle ore 20.30, l’artista replicherà il concerto alle ore 22.30. Il concerto fa parte dell’abbonamento alla stagione Brass In Jazz.

Durante i due concerti previsti per questa sera, la vocalist Alessandra Salerno e l’Orchestra Jazz Siciliana interpreteranno le melodie eleganti e raffinate dell’artista americana Amy Winehouse, scomparsa prematuramente sei anni fa lasciando un incolmabile vuoto nel mondo della musica pop internazionale. L’artista americana Amy Winehouse sarà ricordata e celebrata attraverso una serata ricca di Blues, Jazz, Soul e Gospel. I vari generi si fonderanno in un caleidoscopico musicale dove nulla è lasciato al caso è tutto vi risuonerà in maniera originale. L’obiettivo principale dei concerti sarà quello di far riaffiorare il rapporto più puro di Amy con la musica, riscontrabile, ad esempio, nel noto duetto con Tony Bennett (uscito postumo). Alla cantante palermitana, che nel 2015 ha conquistato media e pubblico grazie alla trasmissione televisiva The Voice, l’arduo compito di esprimere a modo suo e nel migliore dei modi tali sonorità. Le orchestrazioni del concerto sono state appositamente commissionate da Antonino Pedone, recentemente nominato Resident composer della Fondazione The Brass Group.

Alessandra Salerno studia per molti anni canto al Conservatorio Vincenzo Bellini di Palermo ma la sua sensibilità e la sua personalità da spirito libero la indirizzano verso la passione per il jazz, il gospel e il rock blues. Il suo percorso con il grande pubblico, dopo un’intensa gavetta concertistica tra i luoghi della sua Sicilia, è iniziato con un’inedita versione di Creep dei RadioHead presentata alle audizioni di The Voice of Italy 2015, suonata con un autoharp, affascinante strumento ibrido americano ormai molto raro, e terminata con una standing ovation da parte dei quattro giudici e del pubblico. Attualmente, Alessandra sta portando in giro il suo tour personale “INDIPENDENTE-MENTE2016” partito da Palermo al Teatro Santa Cecilia.

 

Per Redazione

Soul, Blues e Rock&Roll con la Buba’s Band al Ma di Catania

Questa sera, venerdì 17 febbraio, a partire dalle ore 22 appuntamento con la Buba’s Band sul palco del Ma di Catania. Una serata tutta da ballare in compagnia dei cinque musicisti palermitani che proporranno al pubblico catanese il ricco repertorio che li contraddistingue. Durante il concerto, infatti, non mancheranno brani soul, rhythm ‘n’ blues e rock& roll.

26 anni fa, nell’agosto 1991, nasceva la Buba’s Band, complesso artistico formato da cinque musicisti palermitani: Vito De Canzio (voce), Leonardo Triassi (armonica), Davide Molino (chitarra), Mario Tarsilla (basso), Fabio Finocchio (batteria). La band riesce immediatamente dopo la formazione ad inserirsi con successo nel circuito dei Pub della movida palermitana attraverso la proposta di un repertorio di matrice fortemente americana. Con il passare del tempo la fama della band si consolida soprattutto attraverso centinaia di concerti in giro per le piazze siciliane. I cinque ragazzi ottengono così una reputazione di riguardo che permette loro di esibirsi sui palchi di buona parte della Sicilia partecipando anche a trasmissioni televisive e ad importanti manifestazioni. I brani scelti dalla Buba’s Band variano dal Soul al Rhythm ‘n’ Blues passando anche dal Blues e dal Rock & Roll, talvolta rivisitandoli in chiave moderna ma senza mai travisare la natura dei pezzi classici. Il concerto di questa sera stupirà, per impostazione e qualità delle prestazioni, la larga fascia generazionale di pubblico al quale si rivolge la band.

Per Redazione

La voce di Lisbona Teresa Salgueiro in concerto al Teatro Pirandello di Agrigento

In occasione della Festa del Mandorlo in Fiore e della Festa della Donna, la cantante portoghese Teresa Salgueiro si esibirà in concerto al Teatro Pirandello di Agrigento il prossimo 8 marzo a partire dalle ore 21. L’apertura dello spettacolo sarà affidata a Chiara Minaldi e Roberta Scacciaferro. Un’imperdibile festa in rosa ad Agrigento, introdotta dalla scrittrice Simonetta Agnello Hornby nelle vesti di special guest.

Teresa Salgueiro porterà in Sicilia tutto il suo carico di energia fatta di Fado. Conosciuta dal grande pubblico come già voce del complesso musicale dei Madredeus, la cantante di Lisbona sarà accompagnata sul palco del Teatro Pirandello dalla sua band con cui creerà uno spettacolo ricco di canzoni e arrangiamenti originali che strizzano l’occhio a brani classici portoghesi. Senza dubbio le sue interpretazioni susciteranno profonde emozioni sopite dalla serenità della bellezza. La serata, tutta al femminile, vedrà altri importanti volti della musica contemporanea della nostra terra: Chiara Minaldi, reduce del premio Maria D’Aponte 2016 e Roberta Scacciaferro, leader dei Radio Sud e protagonista del musical “SISILI!”. Minaldi, in questa occasione, presenterà il suo nuovo inedito. Il concerto sarà introdotto dalla scrittrice siciliana Simonetta Agnello Hornby, autrice di numerosi romanzi che parlano del ruolo femminile nella società. Il tema dell’intervento sarà “Le donne e le eredità culturali. La conservazione e la trasmissione dei patrimoni orali e immateriali”.